Chirurgia orale

La Chirurgia Orale comprende una serie d’interventi chirurgici volti a rimediare situazioni anatomiche e biologiche sfavorevoli oramai irreversibili. La maggior parte degli interventi vengono fatti in anestesia locale, garantendo la totale assenza di dolore. Il nostro odontoiatra specializzato in Chirurgia Orale realizza interventi di chirurgia orale con il massimo grado di professionalità, specializzazione e tecnologie di alto livello.

Nel nostro Centro vengono effettuate le seguenti prestazioni chirurgiche:

  • Estrazioni denti del giudizio: sia quelli parzialmente o totalmente erotti in arcata sia quelli inclusi. Quando si tratta di “denti inclusi” la loro estrazione richiede un approccio chirurgico con una tecnica di estrazione ben specifica e mani esperte.

  • Disinclusione di denti ritenuti: talvolta i canini o altri elementi (per lo più premolari) non riescono a trovare gli spazi corretti per poter raggiungere la loro sede naturale e rimangano inclusi nell’osso. In tali casi, in associazione a una corretta terapia ortodontica, si procede ad un intervento chirurgico attraverso il quale si provvede a rimuovere eventuali ostacoli ed a collegare alle apparecchiature ortodontiche tali elementi al fine di condurli nella loro posizione ideale.

  • Rialzo di seno mascellare: è una pratica chirurgica volta a determinare un aumento di volume osseo nelle zone posteriori dell’arcata superiore della bocca che consente l’inserimento di impianti di adeguata lunghezza e diametro.

  • Innesti ossei: La possibilità di ricorrere a tecniche di ingegneria tissutale (innesti ossei, utilizzo di membrane, fattori di crescita, distrazione osteogenetica ecc.) consente di riparare anche gravi danni parodontali o di ottenere sufficiente supporto osseo, per impianti da posizionare, anche nei casi più compromessi.

  • Innesti muco-gengivali: correggono la recessione gengivale. Tale recessione scopre la radice del dente comportando un aumento della sensibilità dentinale, una compromissione dell’estetica del sorriso e nei casi più gravi, non curati, la perdita dell’elemento stesso.